MoFFe 2017 – ecco il programma

MoFFe 2017 – Monnezza film festival
Pellicole d’autore tra i vecchi borghi del paese
 
Dal 20 giugno al 22 luglio 2017
Tra i comuni di Pederobba, Quero Vas, Segusino, Caerano di San Marco, Cavaso del Tomba e Monfumo

E’il paesaggio il filo conduttore nona edizione del MoFFe – Monnezza Film Festival, Pellicole d’autore tra i vecchi borghi del paese, organizzato dall’associazione Arianova di Pederobba e tra i primi festival estivi open air del territorio della Provincia di Treviso dedicato ai documentari su ambiente ed ecologia.

Sei le serate previste, più un ultimo appuntamento finale per l’edizione 2017 sparse tra i comuni di Pederobba, Quero Vas, Segusino, Cavaso del Tomba, Monfumo e Caerano di San Marco da martedì 20 giugno a sabato 22 luglio 2017.

Anche l’edizione 2017 mantiene una delle componenti che più caratterizzano il festival, ovvero la volontà di far conoscere il territorio della Pedemontana Trevigiana e del Basso Feltrino aprendo al pubblico, per una sera, luoghi spesso chiusi e nascosti, facendoli diventare “cinema”. Tra le location scelte ecco una stalla, una vecchia cartiera ora centro culturale e anche due splendidi giardini immersi nel verde dei colli della Pedemontana Trevigiana che, per una sera, diventeranno cinema sotto le stelle.

Se la prima edizione era, come da nome, tutta dedicata alle tante “emergenze rifiuti” del territorio italiano, con il passare degli anni, il festival ha raccontato le tante emergenze ambientali spesso non conosciute. Non solo: qualità e spreco alimentare, esperienze di nuovi stili di vita, progetti di agricoltura sostenibile e storie di migranti. Tutto questo preferendo il documentario al film, lavori d’inchiesta di giovani registi indipendenti non distribuiti dai circuiti cinematografici classici. Tra le storie raccontate quest’anno ecco quella della cooperativa di donne di Bratunac, in Bosnia, che, con il loro lavoro, portano avanti la speranza di un paese finalmente unito e non diviso su base etnica; il mare di Calabria, invece, a far da sfondo al racconto dove l’accoglienza ai migranti diventa possibilità di rinascita di un piccolo paese. Tra le dolci colline della Valpolicella ci si chiede ancora se è possibile trovare un equilibrio sostenibile tra natura, salute, agricoltura intensiva ed attività industriali. Dal monte Peralba a Cortellazzo, ad ascoltare le storie dei tanti “guerrieri” che raccontano un altro Piave, anzi, un’altra Piave: un fiume da conoscere e, soprattutto, tutelare. L’amicizia tra una giovane masaai e un’anziana Bergera, entrambe donne ed entrambe pastore: a far da sfondo la bellissima cornice delle Alpi Marittime. Un volo aereo sopra la diga del Vajont per raccontare un’Italia spesso dimenticata.

Paesaggio non solo nelle pellicole scelte, ma anche in alcune location che si potranno raggiungere solo a piedi con bellissime passeggiate, guidate e non. Per arrivare nel giardino della casa di Cavaso del Tomba sede della prima serata di martedì 20 giugno, ad esempio, il percorso sarà di una ventina di minuti; si snoda tra boschetti e prati della Zps – zona a protezione speciale – dei Campazzi ad Onigo, invece, il percorso che porta alla casa sede della serata di sabato 24 giugno; lungo in fiume, tra sassi e cespugli, invece, per raggiungere la suggestiva location della proiezione di sabato 1 luglio a Segusino, località Barchet in riva al Piave. Sempre in mezzo al verde, tra le campagne tra Caerano di San Marco ed Altivole la proiezione di martedì 4 luglio: la sede ospitante è quella del Centro Addestramento Unità Cinofile Da Soccorso La Marca che sarà possibile visitare. Ha un forte valore storico il luogo scelto per la serata di sabato 8 luglio, ovvero l’Ex Cartiera di Vas ora diventata centro culturale che sarà possibile visitare prima della proiezione. Ultima serata cinematografica del Moffe non poteva che non essere nell’unico luogo che si ripete ogni festival: la stalla di un’azienda agricola a Covolo di Pederobba, sabato 15 luglio.

A chiudere il Moffe Monnezza Film Festival anche quest’anno la giornata di E’CoinvolGente, in programma sabato 22 luglio 2017 presso la cooperativa agricola Ca’ Corniani. In uno splendido anfiteatro naturale, immerso nei Colli Asolani e di Monfumo, il paesaggio è il filo conduttore di un percorso tra prati e boschi, dove si intrecciano e susseguono land art, installazioni artistiche, musica, esperienze di sostenibilità, attività e spettacoli per i più piccoli. Per immergersi nella bellezza della natura e goderne in maniera piena e diversa. Ospiti del pomeriggio e della serata artisti e giovani musicisti, artigiani, poeti e molti altri per espressioni n artistiche adatte ad ogni età. A chiudere la giornata un momento di musica dal vivo dal dopocena in poi. Dalle 15 in poi.

Durante ogni serata presente un piccolo spazio dove i bambini potranno partecipare ai laboratori di riuso ludico creativo con materiali di scarto, fogli di carta, pennarelli, sabbia e molto altro. In collaborazione con l’associazione Gioca e Crea. I laboratori sono a partecipazione gratuita. Un modo per invogliare tutta la famiglia a partecipare alle varie serate.

Ecco il programma:

Martedì 20 giugno – Cavaso del Tomba – via Monte Tomba, case Reginato-Rocci
Dert – di Mario e Stefano Martone, Italia 2016
Ad aprire: Percorsi umidi di Maria Conte e Andrea Piovesan.

Dettagli serata: Parcheggio in Piazza Pieve, Cavaso del Tomba. Il luogo della proiezione si raggiunge con una camminata di 20 minuti.
In caso di pioggia: Sala Comunale, Comune di Cavaso del Tomba, piazza San Pio X, Caniezza – Cavaso del Tomba.

Sabato 24 giugno – Onigo di Pederobba – Località Boschi, via Boschi, 33
Ilmurran – Maasai in the alps – di Sandro Bozzolo, Italia 2014. dur: 52 min
In caso di pioggia: Sala San Luigi, p.zza Montegrappa, Onigo di Pederobba

Dettagli serata: Possibilità di arrivare al luogo della proiezione a piedi con partenza dalla palestra di Onigo di Pederobba, due i percorsi: ore 20 – Passeggiata naturalistica – 1 h – ore 20.30 – Passeggiata veloce – 30 min. Consigliate scarpe comode e torcia o frontale. In alternativa: parcheggio lungo via Boschi.
In caso di pioggia: Sala San Luigi, p.zza Montegrappa, Onigo di Pederobba

Sabato 1 luglio – Segusino – Località Barchet
Un paese di Calabria – di Shu Aiello e Catherine Catella, Francia Italia Svizzera 2016. Dur: 90 min
Parcheggio consigliato: piazzale palestra comunale di Segusino. In caso di pioggia: Corte Finadri – p.zza Roma, Segusino

Dettagli serata: Parcheggio consigliato: piazzale palestra comunale di Segusino. Il luogo della proiezione si raggiunge con una camminata di una ventina di minuti.
In caso di pioggia: Corte Finadri – p.zza Roma, Segusino

Martedì 4 luglio – Caerano San Marco, Centro Addestramento Unità Cinofile da Soccorso “La Marca”
I Vajont – Di Maura Crudeli e Lucia Vastano, Italia 2016. Dur. 75 min.
Prima della proiezione sarà possibile visitare il centro di via Lazzaretto.
In caso di pioggia: Villa Benzi Zecchini.

Sabato 8 luglio – Quero Vas – Ex Cartiera di Vas
La Piave – Racconto di un fiume – Di Elisa Cozzarini, Italia 2013. Dur: 60 min.
Presente alla serata l’autrice del documentario che presenterà il libro Acqua Guerriera: vite controcorrente sul Piave.
Ore 20 la visita storico naturalistica – 1 ora – all’Ex Cartiera in collaborazione con l’associazione LaCharta.

Sabato 15 luglio – Covolo di Pederobba – Azienda Agricola Paolo Trinca, via Cal Granda
Nevica ad Agosto – Di Lucilla Tempesti, Italia 2016. Dur: 67 min.

Sabato 22 luglio – Agriturismo Sociale Biologico Ca’ Corniani – Ca’ Corniani, 5 – Monfumo
E’CoinvolGente

Le attività iniziano dalle 15.
Dalle 19.30 la cena. Prenotazioni cena: 3929992396.
In caso di pioggia l’evento subirà delle modifiche.

Inizio proiezioni 21.15.Ingresso libero ad offerta responsabile.
Anche in caso di pioggia: nella stessa location o in altre sedi indicate.

Info: 340.2903784 – 347.8611699
info@moffe.itwww.moffe.it



I commenti sono chiusi.