Chi Siamo

MoFFe – Monnezza Film Festival
Pellicole d’autore tra i vecchi borghi del paese

Tra i primi festival estivi open air del territorio della Provincia di Treviso dedicati ai documentari ambientalisti, il Moffe Monnezza Film Festival arriva nel 2017 alla sua nona edizione. Se la prima edizione era, come da nome, tutta dedicata alle tante “emergenze rifiuti” del territorio italiano, con il passare degli anni il festival ha raccontato le tante emergenze ambientali, italiane e non, spesso non conosciute ma anche questioni legate alla qualità e allo spreco del cibo, ai nuovi stili di vita, alla cooperazione internazionale, all’agricoltura, ai migranti e all’economia globale. Tutto questo preferendo il documentario al film, lavori d’inchiesta di giovani registi indipendenti non distribuiti dai circuiti cinematografici. Tutte le proiezioni sono ad ingresso libero, organizzate anche in caso di maltempo.

L’associazione
Attiva dal 2007, l’Associazione Arianova di Pederobba, promotrice ed organizzatrice del festival, nasce per sensibilizzare la cittadinanza sullo stato di salute del territorio della Pedemontana trevigiana. Negli anni sono state portate avanti numerose attività di informazione attraverso serate informative e convegni, legati a nuovi di stili di vita sostenibili, la salute, la tutela dell’ambiente. Parte importante dell’attività dell’associazione è anche la creazione di uno dei primi gas rivolti al settore del fotovoltaico. Tra le attività parallele anche l’organizzazione di corsi e un gas di beni alimentari.

I luoghi
Un festival, però, che per sua natura, ha però un’altra importante caratteristica: la volontà di voler far conoscere il territorio della Pedemontana Trevigiana e del Basso Feltrino, aprendo al pubblico, per una sera, luoghi spesso chiusi e nascosti, facendoli diventare “cinema”. Ecco cortili, piccole piazze, parchi di antiche ville, prati, radure tra i boschi e persino una stalla a far da cornice alle varie proiezioni. Un festival che esce dal Comune di Pederobba – dove l’associazione Arianova ha la sua sede e colloca la maggior parte delle sue attività – per spaziare tra diversi comuni limitrofi, anche e sopratutto grazie alla collaborazione di tante associazioni con cui, negli anni, si è instaurato uno stretto rapporto. Di anno in anno, lo sforzo degli organizzatori è quello di proporre luoghi sempre diversi per le proiezioni, questo per la precisa volontà di far conoscere, di proiezione in proiezione, anche il territorio e di rendere, per una sera, “pubblico” un luogo “privato”. Tra i luoghi più significativi: la Rocca d’Asolo, Villa dei Cedri a Valdobbiadene, l’Eremo di Sant’Elena ad Onigo di Pederobba, in collina presso la Fattoria Didattica Codibugnolo a Crespano del Grappa, la chiesetta di San Giorgio a Maser, il Maglio di Pagnano d’Asolo, presso la cantina Perlage di Farra di Soligo, al Parco del Piave di Covolo di Pederobba, l’Agriturismo Ca’ Corniani immerso tra le colline di Monfumo, la piccola Stramare e un prato a Riva Grassa a Segusino. E’ solo uno il luogo che non manca mai e che caratterizza il festival, una stalla a Covolo di Pederobba, aperta grazie alla collaborazione del suo proprietario Paolo.

Info: 340.2903784 – 347.8611699
info@moffe.it

Il festival è parte di Reteventi, network di eventi estivi sostenuti della Provincia di Treviso e dalla Regione Veneto

Buona visione!